domenica 1 settembre 2013

Il galateo del buon fungaiolo

di Lulù e Anacleto

L'estate ormai volge al termine. Siamo in settembre! Questo è però il mese ideale per godere della montagna in quel periodo dell'anno che alla sera ti fa dormire con il piumone e di giorno ti fa ancora coccolare dai raggi caldi del sole.


Google images


Una delle attività per gli amanti dei boschi, in questo periodo, è sicuramente la ricerca dei funghi. Questa passione non deve però renderci dei disboscatori senza scrupoli!

Riproduzione riservata
1. Innanzitutto la raccolta è regolamentata da appositi pass o tesserini.


Riproduzione riservata
2. E' opportuno un abbigliamento adeguato. Sarponcini, pantaloni lunghi o pantaloni corti con calzettoni, camicia a manica lunga, eventualmente felpe o giacche impermeabili. Nel bosco infatti oltre ai rovi ci possono anche essere zecche o insetti non molto amichevoli.


Riproduzione riservata





















Riproduzione riservata






















Riproduzione riservata

3. Raccogliere solamente i funghi conosciuti e che si sa essere commestibili. I funghi velenosi potrebbero infatti contagiare quelli buoni, con gravi ripercussioni sulla salute! Non calpestare o distruggere i funghi che si ritengono velenosi perché sono utili per il bosco! C'è sempre infatti uno scambio tra le ife del fungo e le radici delle piante.



Riproduzione riservata
















4. Il fungo più conosciuto e particolarmente pregiato è il Porcino (Boletus Edulis). Il Porcino ha la caratteristica di avere gambo sodo e cappello bruno bordato di bianco.


Riproduzione riservata




















5. E' importante pulire i funghi in loco, in questo modo le ife (il reticolo che permette la crescita del fungo) può tornare ad essere produttivo. Per fare questo esistono appositi coltellini muniti di misuratore delle dimensioni del fungo e pennellino.


Riproduzione riservata


6. Per trasportare i funghi è necessario utilizzare un cesto o una retina, per permettere alle spore di cadere sul terreno.

7.  Nel bosco mantenere il silenzio per non spaventare gli animali che vi abitano.


8.  Dove cercare i funghi? Questo un buon fungaiolo non lo rivelerà mai...



LA PULIZIA E LA COTTURA

 * Rimuovere il terriccio alla base del fungo
Riproduzione riservata


















Riproduzione riservata























* Affettare il fungo in modo longitudinale (così si possono essiccare e conservare le fettine)
Riproduzione riservata
























* Cuocere a piacere. Se freschi sono buonissimi trifolati!
Riproduzione riservata




















5 commenti:

  1. Per questioni di incapacità assoluta, salto all'ultimo punto : Funghi trifolati.
    Piacere di ritrovarvi.
    P.S: Bella la nuova veste grafica del blog !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria! Ahahaha!
      Grazie! Piacere nostro!

      Elimina
  2. Non conoscevo tutte queste regole, io non ho mai osato raccogliere funghi perché finirei subito all'ospedale intossicata da quelli velenosi!
    Bello questo post!
    Un caro saluto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con i funghi è meglio non scherzare! Però cercarli e trovarli, se si conoscono, è una soddisfazione quasi superiore al mangiarli! A presto! :D

      Elimina
  3. Bellissimo post!! E che foto e funghi!! :D

    RispondiElimina

Lascia un commento o un suggerimento al Principe Ranocchio!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...