giovedì 30 agosto 2012

IL COLLOQUIO DI LAVORO

di Lulù e Anacleto


Se a breve dovremo sostenere il nostro primo colloquio di lavoro, tensione, preoccupazione e tante aspettative, non devono però prendere il sopravvento sulla lucidità indispensabile nei minuti di attenzione che ci verranno dedicati.
Ecco come affrontare un colloquio di lavoro in modo impeccabile, secondo il Principe Ranocchio.

Innanzitutto presentarsi con 10-15 minuti di anticipo e, in caso di ritardo, avvertire con una telefonata specificando in quanto tempo si riuscirà ad arrivare. La buona educazione, infatti, deve accompagnarci in tutte le circostanze e sicuramente verrà sempre apprezzata.
Attendere pazientemente il proprio turno è molto importante, infatti a volte il colloquio comincia proprio con l'attesa, per osservare nostre possibili reazioni.
Anche sapersi presentare sarà il nostro biglietto da visita, una stretta di mano sicura e un sorriso, trasmetteranno sicurezza: "Sono il Principe Ranocchio, ho un colloquio con il signor Gatto con gli stivali".

Per quanto riguarda l'abbigliamento, il colore più indicato è il blu, elegante, sobrio, nonchè "colore del lavoro" per eccellenza. 
Si potrà inoltre conferire un tocco di originalità con una spilla (NON SOLO SPILLE DA BALIA), una collana di perle (PERLE DI... MATURITA') o, per lui, una pochette nel taschino (LA POCHETTE PUO' FARE LA DIFFERENZA). Una buona cura della nostra persona è inoltre imprescindibile nei rapporti con gli altri, per interfacciarsi in modo sobrio e professionale al mondo lavorativo.

N°7

Approfittiamo della mobilità su due ruote fino a quest'autunno!
 Magari con una bicicletta vintage come questa, immortalata al Fuorisalone.


mercoledì 29 agosto 2012

UN BRUNCH PERFETTO

di Lulù

Ecco alcune idee per organizzare un brunch all'aperto!

Se organizziamo un brunch, possiamo suddividere il momento dei convivio in due momenti. Dato infatti che il brunch ha un orario meno fiscale di un pranzo o una cena, possiamo accogliere gli ospiti con un aperitivo, nell'attesa della presenza di tutti.

Ecco alcune idee su cosa poter preparare:

  1. INSALATA DI RISO ( cubetti di polpa di pomodoro fresco, cipolline bianche, olive nere, mazzancolle, tonno, mais, pisellini freschi; condire con olio e limone)
  2. SPIEDINI CAPRESE (pomodori dolci datterini, nodini di mozzarella di bufala, fogliolina di basilico decorativa)
  3. FIORELLINI DI PROSCIUTTO CRUDO E MELONE (utilizzare spiedini corti, nei quali infilare in modo "vaporoso" una fetta di prosciutto crudo, seguita da una pallina di melone, realizzata con l'apposito scavino)
  4. PICCOLI APPETIZER (mousse di tonno e mascarpone con frutti di cappero, salmone affumicato su ricciolo di burro con trito di erba cipollina)
  5. PANINI AL LATTE FARCITI (prosciutto cotto di praga con maionese e radicchio rosso, arrosto di tacchino con maionese e rucola, bresaola valtellinese e pomodorini)
  6. SPIEDINI DI FRUTTA ( kiwi, uva nera, mango, fragola, melone)
  7. TORTA (legata magari al tema della festa)


Riproduzione riservata

lunedì 27 agosto 2012

CINGIAMOCI DI ALLORO

di Lulù

A settembre c’è chi torna al lavoro, ma c’è anche chi, a breve, si affaccerà al mondo lavorativo! 
Ecco la proposta del Principe Ranocchio per festeggiare l’ “incoronazione” a Dottori!
Nelle sessioni di aprile, settembre e luglio, quando il tempo ce lo permette, perché non festeggiare con un brunch all’aperto? (UN BRUNCH PERFETTO)

L’INVITO
Inviare una cartolina di invito con le informazioni della festa da allegare via mail o da spedire per posta.
Annotare gli invitati e, ottenute le risposte di partecipazione o meno, scremare l’elenco. In questo modo avremo una gestione ordinata degli ospiti, anche in relazione alla quantità di vivande.


Riproduzione riservata

LA SCELTA CROMATICA 
Non più di 2 o 3 colori!
La scelta dei colori dovrà essere coerente con: piatti, bicchieri, posate, tovaglioli, decorazioni e fiori, e perché no, magari anche con i cibi e le bevande


STOVIGLIE DI… PLASTICA!
(Ecco un indirizzo eccellente dove poterci rifornire: PISOTTI)
Non sarà meno di classe utilizzare stoviglie di plastica, soprattutto se vogliamo curare tutto nei minimi dettagli in prima persona. Sarà inoltre anche più facile riordinare a festa avvenuta.

ULTIMO MA NON ULTIMO…
Un piccolo ricordo personalizzato della giornata, sarà un pensiero molto gradito, magari anche legato al tipo di laurea conseguito.


Riproduzione riservata



PISOTTI

In una costruzione industriale, appena fuori da uno dei principali luoghi della movida milanese, un macrocosmo di meravigliosi articoli in carta e plastica, gadget e tanta fantasia per qualsiasi tipo di festa o ricorrenza. 

Ordinati per colori e tipo di materiale possiamo trovare:
  • piatti fondi e piani di qualsiasi dimensione, a tinta unita o fantasia, dalle forme non soltanto consuete ma anche dalle linee più moderne e di design
  • bicchieri da vino, cocktail, spumante, beveraggi analcolici, liquori e caffè
  • cannucce di qualsiasi lunghezza
  • coppette per macedonia e gelato
  • piatti da portata, bacinelle e teglie
  • posate da portata principale, frutta e dolce
  • tovaglioli e tovaglie di carta, plastica e finto tessuto
  • articoli per la realizzazione di bomboniere o per il confezionamento di regali e piccoli pensieri
  • nastri e fiocchetti coloratissimi
  • articoli di cancelleria e da ufficio
  • candele e candeline
  • gadget per feste di qualsiasi tipo, palloncini colorati, cappellini e coriandoli


Insomma, un nostro fido alleato per giornate speciali!




N°6

Se il posto più a Sud d'Europa è questo... Lasciateci qui!


domenica 26 agosto 2012

LE PRESENTAZIONI

di Anacleto

La presentazione ha uno scopo importantissimo: introdurre persone che non si conoscono ed avviare la conversazione. 
Alcune regole fondamentali del bon ton, ci aiutano a districarci nei momenti di imbarazzo durante le presentazioni. A chi non è mai capitato di dover presentare la propria compagna o compagno, un amico, i propri figli, ad altri amici o conoscenti? 


A CHI SI PRESENTA CHI? 
Fare le presentazioni non è affatto difficile! Ecco le regole basilari: 

  • si presentano i giovani agli anziani 
  • si presentano gli uomini alle donne . Nel caso specifico in cui l’uomo ha un ruolo sociale o istituzionale molto importante, sarà la donna ad essere presentata per prima 
  • in ambiente lavorativo si presentano al superiore le persone di livello subordinato 
  • quando si presentano dei famigliari con lo stesso cognome, si usa solo il nome di battesimo.

NB. Si dice per primo il nome della persona alla quale si presenta l’altra.
“Nonna, ti presento il mio ragazzo Ettore”, “Isotta, ti presento Artù”
“Preside, le presento Giuseppe Verdi, il nuovo insegnante di musica”, “Le presento mia moglie Ida e i nostri figli Anna e Luca”


EVITARE GLI IMBARAZZI 
Al momento della presentazione, entrambe le persone coinvolte se sedute dovranno alzarsi, a meno che non siano anziane; spetterà alla persona presentata per seconda, porgere la mano in segno di saluto che dovrà essere contraccambiata con una stretta di mano ed un sorriso. Deve essere dunque compito del conoscente comune presentare i nomi delle persone. 
Ad una cena sarà cura della padrona o del padrone di casa, presentare e mettere a proprio agio i suoi ospiti. Non far conoscere gli ospiti e aspettare che siano loro stessi a “farsi avanti” potrebbe creare imbarazzi. 

PRESENTAZIONI FORMALI E INFORMALI 
Nel caso in cui la presentazione sia diretta, oltre alla stretta di mano classica andrà detto il proprio nome. Nelle presentazioni informali, anche se mondane, è bandito l’utilizzo di titoli di studio, mentre nelle presentazioni formali si usano il titolo e il cognome. 


I CONSIGLI DEL PRINCIPE RANOCCHIO  
La presentazione è molto importante perché è il nostro biglietto da visita virtuale. In ambito professionale, spesso, la prima impressione è quella che conta. La stretta di mano deve essere ben proporzionata, né troppo forte né blanda. Durante la presentazione dei nomi è essenziale stare molto attenti, in modo da evitare brutte figure durante l’incontro. Al posto di “piacere”, un “buongiorno” o un “buonasera” sono più adeguati. Infine è sempre consigliato un bel sorriso, che comunica positività e apertura verso una nuova conoscenza.




martedì 21 agosto 2012

N°5

 Potrebbe essere un piccolo dono dalle nostre mete vacanziere, una saponetta colorata dalle fragranze estive.


lunedì 20 agosto 2012

I MOCASSINI

di Lulù e Anacleto


Quale Nativo americano avrebbe mai pensato che questo tipo di calzature si sarebbe diffuso anche nel Vecchio Continente?
Il mocassino infatti, tipica calzatura in pelle delle tribù americane, ha avuto non poche reinterpretazioni anche dalle più importanti case di moda.
Dalla particolare morbidezza e vestibilità questa calzatura è particolarmente indicata per sentirsi comodi, sul lavoro, all'università e perchè no, anche in vacanza. Portati senza cazle saranno un tocco di classe nelle sere estive: pantalone  a righe bianche e blu, camicia di lino bianca e.. mocassini! Per la scelta del colore c'è solo l'imbarazzo della scelta!
Ricordiamoci inoltre che il mocassino è unisex e pertanto si adatta benissimo anche a look femminili, sia cittadini che vacanzieri.
Più sportivi e colorati i Car Shoes, dall'eleganza intramontabile quelli di Tod's, sono entrambi due altrenative valide, se desideriamo farci un regalo duraturo, grazie soprattutto alla qualità e al pregio dei materiali!



Google images

sabato 18 agosto 2012

N° 4

Per quelli che... Non esistono solo le cinture! Come nel caso di queste bretelle vintage di una piccola fiera di artigianato in una sera d'estate.


giovedì 16 agosto 2012

IL GALATEO DELLA NATURA

di Lulù e Anacleto

Se ci siamo rifugiati nella frescura che ci offre la montagna o l’entroterra collinare, non dobbiamo dimenticarci che anche la natura ha un suo galateo da rispettare.

L’approccio che dobbiamo avere con i boschi e i prati, nei quali trascorrere ore liete, deve essere quello di un giovin signore che passeggiava rispettoso per il proprio faggeto. L’ambiente naturale che ci circonda, infatti, è patrimonio di tutti e pertanto ci spetta rispettarlo e preservarlo in prima persona.

Ecco alcuni semplici accorgimenti che dobbiamo tener sempre presenti durante le nostre passeggiate:

1. Mantenere toni di voce adeguati: il silenzio ci permetterà di non spaventare gli animali, di ascoltare i suoni e di rilassarci a contatto con il verde.
2. Non sradicare o raccogliere fiori e piante, soprattutto se di specie rare e protette.
3. Se ci dilettiamo nella raccolta dei funghi, raccogliere solo quelli commestibili che si conoscono effettivamente, evitando così rischi inutili per la salute, sempre in possesso del patentino che alcuni Comuni rilasciano per regolamentarne la raccolta.
4. Non lasciare mozziconi di sigaretta, soprattutto se accesi, oltre che spazzatura o rifiuti.
5. Seguire sempre i sentieri e percorsi segnati, evitando così di perdere la via e ritrovarsi in situazioni potenzialmente pericolose.

Trascorrere del tempo libero nella natura ci permette di rilassaci e divertirci, ricordando sempre di essere suoi “ospiti”.




Google images

domenica 12 agosto 2012

venerdì 10 agosto 2012

Dettagli

di Lulù



Ecco uno spunto per un piccolo pensiero inaspettato, per una coppia che ama essere ricercata nei dettagli, soprattutto se insieme!

Trovo davvero di classe, avere un tocco nell’abbigliamento che contraddistingua i membri di una coppia, specialmente in qualche occasione formale, naturalmente sempre con la giusta moderazione. Per questo ho regalato ad Anacleto una pochette (La pochette può fare la differenza), in coordinato ad un mio foulard. 

Entrare in un negozio di stoffe è un’esperienza tattile e cromatica, colori, tessuti, consistenze.. bisogna solo scegliere ciò che fa al caso nostro! Da una striscia di seta di 80x100 cm si può ricavare un foulard quadrato 80x80 cm ed una pochette 20x20 cm, da rifinire rigorosamente con orlo a mano.




N°2

In ogni posto in cui andiamo ci piace scoprire anche i dettagli più nascosti... come nelle viuzze di Matera questa 500 vintage, intramontabile icona che ha reso grande il design made in Italy in tutto il mondo.


giovedì 9 agosto 2012

N° 1

Postcards from... Il Principe Ranocchio inaugura oggi una nuova sezione del suo blog, con una veleggiata sul lago di Como.





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...